Asp è nata nel 1974 con la denominazione di Azienda Servizi Pubblici su decisione dell’Amministrazione Comunale di Asti per creare una realtà cui affidare la gestione dei trasporti pubblici e della nettezza urbana, stabilendo di aumentare la qualità e la tempestività dei servizi in un contesto urbano e territoriale in dinamico sviluppo.

Nel 1976 è stata affidata ad Asp la linea di trasporto interurbano Nizza-Incisa-Cortiglione e nel 1977 ha ottenuto la gestione della linea Asti-Baldichieri-Pratomorone, ampliando il territorio delle sue attività.

Nel 1995, in osservanza della Legge 142, Asp è stata trasformata in Azienda Speciale in grado di gestire più servizi di rilevanza economica ed imprenditoriale, acquisendo personalità giuridica e autonomia imprenditoriale e statutaria.

Nel 1997 il Comune di Asti ha affidato ad Asp la gestione dell’acquedotto, dei servizi di rimozione forzata e dei parcheggi a pagamento. Nello stesso anno Asp ha acquisito il servizio di raccolta rifiuti in importanti comuni della Valle Belbo (totale di 32.586 abitanti): per meglio gestire il servizio è stata aperta la sede di Incisa Scapaccino.

Il 1 gennaio 1999 è stata affidata ad Asp la gestione delle fognature e delladepurazione delle acque reflue. Asp ha completato quindi la gestione del ciclo integrato delle acque.

Il 1 aprile 2000 Asp è diventata Società per Azioni ed ha cambiato la denominazione in Asti Servizi Pubblici S.p.A., potendo utilizzare gli strumenti finanziari ed operativi per raggiungere una posizione sempre più rilevante tra le multiutilities operanti sul mercato.

Nell’anno 2002 il Comune di Asti ha ceduto, a seguito di gara europea ad evidenza pubblica, il 45% delle azioni di Asp S.p.A. alla società Nord Ovest Servizi S.p.A.

Dal 2002 Asp gestisce il Cimitero Urbano di Asti e quindici cimiteri frazionali. Dal settembre 2014 è attivo ad Asti il Tempio Crematorio.

Dal maggio 2015 Asp S.p.A. è socia in Asti Energia Calore S.p.A.