Fino al 7 luglio controllo degli accessi sui bus delle linee 2 e 3
Installato un tornello che impedisce l’accesso a chi è sprovvisto di titolo di viaggio

Sull’autobus Mercedes Citaro con codice 601 (già in servizio nella flotta di Asp) è stato installato all’inizio del corridoio un tornello della ditta Saima di Arezzo. E’ dotato di due braccetti orizzontali che impediscono l’accesso a chi è sprovvisto di titoli di viaggio.
Tra la porta d’accesso al bus e il tornello è presente la bollatrice: la convalida del biglietto provoca la discesa dei braccetti del tornello, consentendo l’accesso al passeggero. Se l’utente è provvisto di tessera di abbonamento, App AstiSmartBus o altro titolo che non può essere convalidato nella bollatrice, può mostrarlo all’autista che provvederà manualmente all’apertura del tornello.
La salita sul mezzo è possibile soltanto dalla porta anteriore; le porte centrali sono utilizzate per la discesa e quella posteriore è chiusa, ma si può aprire in caso di emergenza.
Sul mezzo è inoltre presente un operatore per illustrare e velocizzare le operazioni, di salita sul bus e convalida dei titoli di viaggio.
Tale sperimentazione continuerà fino a sabato 7 luglio, limitatamente alle linee urbane 2 (da via Spandre a via Urbani) e 3 (da Località Canova a corso Alessandria).