Gli oli vegetali esausti, se smaltiti in modo errato, possono essere causa di inquinamento. Diversamente, se recuperati, possono diventare una risorsa preziosa.
Anche la città di Asti si è attivata per favorirne il recupero, aderendo al progetto “Recuperiamoli”, promosso dall’azienda Mpoli di Alba.
In alcuni punti cittadini sono stati infatti posizionati appositi contenitori di colore blu in cui è possibile inserire bottiglie di plastica, chiuse con tappi ben avvitati, contenenti olio vegetale esausto:
– Corso Casale (piazzale con direzione via Spandre)
– Corso Dante (zona Ospedale)
– Corso Genova (vicino ad altri contenitori, all’angolo con via Sardegna)
– Piazzale Manina (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Piazza Campo del Palio (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Piazza Catena (lato uffici comunali)
– Piazza I Maggio (lato via Monte Rainero)
– Piazza Santa Caterina
– Piazza Statuto
– Piazza Vittorio Veneto (vicino al cassonetto per la raccolta degli abiti usati)
– Piazzale Vittoria (nei pressi della Scuola Elementare F. Baracca)
– Via Curiel
– Via Galvani (nei pressi della Scuola Primaria Galileo Ferraris)
– Via Graziani (vicino alla campana per la raccolta del vetro, tra il supermercato e il campo sportivo)
– Via Monti (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Via Po
– Via Terracini (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Via Torchio
– Via Tosi (vicino al cassonetto per la raccolta degli abiti usati, tra il campo da bocce e il campo da calcetto)
– Viale Pilone (vicino al cassonetto per la raccolta degli abiti usati e la campana per la raccolta del vetro, nei pressi del supermercato)
– Via Salvo D’Acquisto  (vicino ad altri contenitori)
– Via Sant’Evasio (vicino ad altri contenitori)

– Frazione Portacomaro Stazione (vicino al cassonetto per la raccolta di abiti usati, nei pressi della Chiesa)

E’ possibile inoltre conferire oli vegetali esausti all’Ecocentro di via Ceca (ingresso da via del Lavoro).

Cassonetto oli esausti