Gli oli vegetali esausti, se smaltiti in modo errato, possono essere causa di inquinamento. Diversamente, se recuperati, possono diventare una risorsa preziosa.
Anche la città di Asti si è attivata per favorirne il recupero, aderendo al progetto “Recuperiamoli”, promosso dall’azienda Mpoli di Alba.
In alcuni punti cittadini sono stati infatti posizionati appositi contenitori di colore blu in cui è possibile inserire bottiglie di plastica, chiuse con tappi ben avvitati, contenenti olio vegetale esausto:
– Corso Casale (piazzale con direzione via Spandre)
– Corso Dante (zona Ospedale)
– Corso Genova (vicino ad altri contenitori, all’angolo con via Sardegna)
– Piazzale Manina (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Piazza Campo del Palio (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Piazza Catena (lato uffici comunali)
– Piazza I Maggio (lato via Monte Rainero)
– Piazza Santa Caterina
– Piazza Statuto
– Piazza Vittorio Veneto (vicino al cassonetto per la raccolta degli abiti usati)
– Via Curiel
– Via Graziani (vicino alla campana per la raccolta del vetro, tra il supermercato e il campo sportivo)
– Via Monti (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Via Po
– Via Terracini (nei pressi della casetta dell’acqua)
– Via Torchio
– Via Tosi (vicino al cassonetto per la raccolta degli abiti usati, tra il campo da bocce e il campo da calcetto)
– Viale Pilone (vicino al cassonetto per la raccolta degli abiti usati e la campana per la raccolta del vetro, nei pressi del supermercato)
– Via Salvo D’Acquisto  (vicino ad altri contenitori)
– Via Sant’Evasio (vicino ad altri contenitori)

E’ possibile inoltre conferire oli vegetali esausti all’Ecocentro di via Ceca (ingresso da via del Lavoro).

Cassonetto oli esausti