Ottomila punti luci a led per fare più bella Asti

Una città più bella e sicura: è l’aspetto immediatamente percepibile del progetto di riconversione dell’illuminazione pubblica in città curato da Asti Energia e Calore con i soci Asp, Iren Energia e Asta.

L’intervento, in via di completamento, prevede la sostituzione di 8 mila punti luci a led in area urbana: dal centro storico alla periferia, passando per parchi e giardini.

I benefici di questa tecnologia, che rende più nitido il suolo e lascia oscurato il cielo, sono molteplici: minor consumo di energia, da 5.500.000kWh a circa 2.800.000 (quindi più risparmio), ridotte emissioni di anidride carbonica e assenza di sostanze inquinanti (più rispetto per l’ambiente), luce bianca (più sicurezza e qualità), luce diretta (meno inquinamento luminoso), maggiore durata delle lampade (meno manutenzione).

Il progetto prevede la gestione, per conto del Comune, del servizio di illuminazione per 25 anni e con un investimento iniziale di 4 milioni di euro per progettare, riconvertire 8 mila apparecchi, sostituire o adeguare 136 quadri di comando, riqualificare, laddove necessario, pali di sostegno, colonne montanti, quadri elettrici. Un altro milione e 600 mila euro servirà negli anni successivi per la manutenzione degli apparecchi e ulteriori fasi di sostituzioni di lampade.

Corso Dante

Piazza Vittorio Veneto

Giardino via Omedè

Via Ungaretti, angolo via Monti

Piazza Catena: vecchia illuminazione

Piazza Catena: nuova illuminazione

Rotonda di viale Don Bianco: vecchia illuminazione

Rotonda di viale Don Bianco: nuova illuminazione